logo
dettaglio news

data pubblicazione: 11/02/2010
CIAIKOVSKIJ • SINFONIA "MANFRED" SUITE N. 4 "MOZARTIANA"

Vladimir Fedoseyev, direttore - Orchestra Sinfonica Ciaikovskij
CD Lontano


Accoppiati in disco, Manfred e Mozartiana rispecchiano appieno la doppia natura di Cajkovskij: oscura e tormentata nella "Sinfonia drammatica"; trasparente e luminosa nella "Suite". Il soggetto del Manfred venne proposto da Balakirev che l'aveva inutilmente offerto a Berlioz. Derivato dal dramma di Byron, definito dal poeta «folle, metafisico ed enigmistico», visionaria parabola di un diabolico mago, padrone degli spiriti notturni e perseguitato dal ricordo di un misterioso delitto; all'annuncio della prossima morte, recatogli dal fantasma di Astarte, Manfred si ribella, ma poi si spegne redento. Cajkovskij lavorò alla "Sinfonia drammatica" nel 1885. Presentata a Mosca 1'11 marzo successivo, piacque al pubblico e persino a Cezar Kiuj, maligno portavoce del "Gruppo potente". Al contrario, l'autore, pessimista come sempre, condannò il proprio lavoro destinandolo all'oblio.
In realtà, la Sinfonia peccava di eccesso autobiografico: i tormenti letterari di Lord Byron venivano a coincidere con i rovelli del musicista, attratto dagli abissi e spaventato dal futuro. Il contrasto, tipico di Cajkovskij, è pienamente rivelato da Fedoseev e dall'orchestra, che poi scelgono felicemente di completare il disco con la Suite "Mozartiana" (applaudita a Mosca nel 1887): è questa una trascrizione orchestrale di quattro pezzi pianistici di Wolfgang (compreso l'Ave verum rielaborato da Liszt) che aprono al russo un'oasi di pace.
RUBENS TEDESCHI, Amadeus - gennaio 2010
 
Senz’altro accattivante il ritratto tratteggiato da Fedoseyev dell'eroe byroniano, programmatico protagonista di questa peculiare sinfonia di Ciaikovskij, i cui modelli vanno ricercati in due paradigmatiche pagine di Berlioz: l'Aroldo in Italia e la Sinfonia Fantastica. Con la sua ben nota propensione al grandioso, il direttore russo si trova pienamente a suo agio coi brani eroici e turbolenti, ma - da fine e sensibile narratore qual è - sa essere molto persuasivo e addirittura toccante anche negli episodi più intimi. Formalmente elegante ma senz'altro più esteriore, risulta invece la lettura della Mozartiana, Suite in quattro parti su musiche li Mozart, composta per celebrare il centenario delle Nozze di Figaro e dal compositore stesso concepita quale "reincarnazione del passato in un’opera contemporanea".
Classic Voice, settembre 2009



Dettaglio news Torna all'elenco news...
Le sezioni di studiomusica
Eventi in evidenza...

Il Sardelli furioso su La Freccia

di Luigi Cipriani

LA FRECCIA, Mensile delle Ferrovie dello Stato - gennaio 2013, p. 74


L`Orchestra Sinfonica Abruzzese per i terremotati dell`Emilia

L’Orchestra abruzzese a Modena per un concerto benefico a favore dell’asilo di Finale Emilia

Martedì 22 gennaio 2013: Modena, Forum Monz...


Trifonov: "Grato all`Italia"

Il giovane pianista russo, in tour nello Stivale dal 4 gennaio 2013, confessa il suo amore per il Belpaese, che, parole sue, "lascia tante esperienze in un artista&quo...